Legalizziamoci

Il progetto Legalizziamoci è stata un’occasione per i giovani della Comunità di Valle Alto Garda e Ledro di avvicinarsi al tema della legalità, pilastro fondamentale per la convivenza pacifica e per la democrazia.
Legalizziamoci è stata una giornata (presso il Centro Giovani A.Gio di Arco), nel 2010, di dibattiti, laboratori, informazioni e teatro rivolta ai giovani che frequentano il centro, alle scuole e all’intera cittadinanza.
Durante tutta la durata dei lavori è stata organizzata la “fiera della legalità”: alcune associazioni hanno allestito degli stand per tutta la durata dell’evento.

OBIETTIVI
  • Educare alla legalità, alla democrazia e alla giustizia;
  • promuovere la cittadinanza consapevole;
  • far conoscere le associazioni che operano sul territorio;
  • educare all’assunzione di responsabilità.
ATTIVITÀ

È stata un’occasione per i giovani del Comprensorio C9 (e per l’intera collettività) di avvicinarsi al tema della legalità, della giustizia sociale e della democrazia.
15 ragazzi provenienti da tutta la Provincia di Trento hanno partecipato ad un percorso formativo su “COSTITUZIONE” e “DEMOCRAZIA”: delle educatrici esperte hanno accompagnato i ragazzi (soprattutto attraverso l’utilizzo di giochi) nella rielaborazione di alcuni articoli della Costituzione Italiana.
I partecipanti al corso hanno poi coinvolto la popolazione in un vero e proprio laboratorio di strada: i passanti venivano fermati dai ragazzi in fascia tricolore che proponevano di dibattere su alcuni articoli della Costituzione.
Durante le attività in strada sono stati allestiti degli stand delle associazioni aderenti al progetto (LIBERA, ARCOBALENO SCS E CASA EDITRICE IL MARGINE).
La giornata si è conclusa con un dibattito pubblico multimediale dove, accanto alle tradizionali relazioni di DANIELE POTO (scrittore), OLIVIERO ALOTTO (presidente Terra del Fuoco) e PAOLO GHEZZI (giornalista), hanno preso voce gli APERITRIO, un gruppo musicale che ha proposto intermezzi di De Andrè e Van de Sfroos mentre sullo sfondo della sala scorrevano immagini e testi di testimoni e vittime di mafia.

PARTNERS
  • Progetto rientrante nel Piano Giovani di Zona C9
  • Comune di Arco, Assessorato alle Politiche della Socialità e giovanili
  • LIBERA, nomi e numeri contro la mafia
  • COOP Consumatori Alto Garda
  • Il MARGINE, casa editrice